Buongiorno caro sangha, oggi è domenica 18 marzo 2012 e siamo all’Upper Hamlet durante il nostro ritiro di primavera
E’ molto bello sentire il suono della pioggia
molti di noi sanno che l’eternità può essere toccata in questo momento presente.
E quando tu inspiri consapevolmente e concentrato puoi toccare l’eternità
e quando fai un passo in consapevolezza e concentrazione puoi anche toccare l’eternità e l’infinito.
Abbiamo ricevuto delle domande da una rivista londinese e ci è
richiesto di offrire delle risposte a queste domande sul collasso globale ecologico
Ci hanno inviato le 9 domande alcuni mesi fa e oggi proviamo a dare qualche risposta
La 1^ domanda:
"Credi che gli umani possano evitare un collasso ecologico globale o gli stiamo andando incontro?"
La 2^ domanda:
"La popolazione urbana di tutto il mondo sta crescendo. Che cosa succede se qualcosa va perso a causa
del nostro crescente passaggio verso l'essere una specie urbana?"
La 3^ domanda:
"Siamo una specie vulnerabile o una specie ancora in grado di controllare il suo destino?"
Ogni domanda richiede un inspiro e un espiro per poter essere compresa
La 4^ domanda:
"Vi è un forte contributo proveniente dalle soluzioni ingegnerizzate ai nostri problemi ecologici, ad esempio riflettendo i raggi del sole, aspirando le emissioni di carbonio o allevando la carne in laboratorio. È questo l'approccio giusto che dovremmo assumere?"
La 5^ domanda:
"La maggior parte di noi occidentali è ancora legata a uno stile di vita con un alto consumo. Ci piace comprare cose nuove ed eccitanti. C'è uno stile di vita alternativo abbastanza pregnante là fuori che possa convincerci a lasciare questo stile di vita ad alto consumo che abbiamo?"
La 6^ domanda:
"Abbiamo trovato una nuova visione, che possa aiutarci a imparare a vivere in modo più sostenibile prima che sia troppo tardi?"
La 7^ domanda:
"Qual è la parte che presenta più difficoltà nell’ambito dello stile di vita che hai scelto e come fai ad ispirare i giovani a seguirlo?"
L'8^ domanda:
"Possiamo lottare per trovare soddisfazione sia finanziaria che spirituale, o si escludono a vicenda?"
Possiamo essere nello stesso tempo ricchi e spirituali?
La 9^ domanda:
"La maggior parte degli ambientalisti restringe i problemi che affrontiamo a due questioni: il consumo eccessivo e la sovrappopolazione. Dove ti collochi?"
Penso che prima possiamo cercare di rispondere alla 1^ e 3^ domanda perchè sono collegate.
"Credi che gli umani possano evitare un collasso ecologico globale o gli stiamo andando incontro?"
"Siamo una specie vulnerabile o una specie ancora in grado di controllare il suo destino?"
IL WWF indica che circa 100 specie specie tra animali e piante si estinguono ogni giorno per la deforestazione
L'estinzione delle di specie accade tutti i giorni e probabilmente in un anno 200.000 specie sono destinate all'estinzione.
Questo è quello che sta accadendo
non è un problema del futuro, questo è quello che sta accadendo ora.
E sappiamo che già diversi milioni di anni fa c'è stato un riscaldamento globale della terra causato da eventi naturali, come eruzioni vulcaniche
che hanno causato estinzioni di massa delle specie viventi, a quei tempi la temperatura globale si alzò di 6 gradi
e fu sufficiente per uccidere il 95% delle specie viventi sulla terra.
Il riscaldamento globale sta succedendo di nuovo come milioni di anni fa. In quella occasione fu causato da
eruzioni vulcaniche e il 95% delle specie scomparve.
E oggi un secondo riscaldamento globale sta avvenendo, questa volta causato dalla deforestazione e industrializzazione, create dall'uomo.
E probabilmente ne giro di circa 100 anni non ci saranno più uomini sulla terra,
nel giro di soli 100 anni.
Dopo la scomparsa del 95% delle specie sulla terra causata da quella estinzione di massa la Terra
ha impiegato circa 100 milioni di anni per ricostruire la vita come la vediamo oggi sulla terra.
100 milione di anni.
E se la nostra civiltà scomparirà, ci vorrà un tempo simile prima che un'altra civiltà riapparirà.
Quando le eruzioni vulcaniche accaddero, il biossido di carbonio crebbe e generò un'effetto serra
circa 100 milioni di anni fa
e ora, il biossido di carbonio aumenta a causa del nostro stesso stile di vita e la nostra attività industriale
E se l'aumento di 6 gradi di temperatura ha determinato la scomparsa del 95% delle specie,
incluso l'uomo sapiens, per questo dobbiamo imparare a toccare l'eternità
senza inspare ed espirare.
l'estinzione di specie è avvenuta diverse volte, estinzioni di massa sono accadute già
5 volte e questa è la 6^.
Ma secondo gli insegnamenti Buddhisti, non c'è nè nascita nè morte.
Dopo l'estinzione le cose riappariranno in altre forme.
Così dobbiamo respirare profondamente per riconoscere il fatto che gli uomini potrebbero scomparire sulla terra
in circa 100 anni
E dobbiamo imparare ad accettare questo come un fatto, non dovremmo farci sovrastare dalla disperazione.
La soluzione è imparare a toccare l'eternità nel momento presente.
Abbiamo parlato dell'ambiente come qualcosa che è diverso da noi, ma noi siamo l'ambiente.
Elementi non umani sono il nostro ambiente, ma noi siamo l'ambiente degli elementi non umani.
Quindi noi siamo un'unica cosa con l'ambiente. Noi siamo l'ambiente.
Noi siamo la Terra.
E la Terra ha la capacità di restaurare l'equilibrio, e qualche volta molte specie devono scomparire per consentire
che si restauri un equilibrio.
Forse inondazioni, forse il calore, forse l'aria
La 2^ domanda:
"La popolazione urbana di tutto il mondo sta crescendo. Che cosa succede se qualcosa va perso a causa
del nostro crescente passaggio verso l'essere una specie urbana?"
La vita nelle città e la vita nella campagna oggi sono connesse. La campagna nutre le città è per questo che anche la campagna è cambiata ed è contaminata da diverse cose
In campagna si usano molti antibiotici, veleni e insetticidi per fornire cibo alle città, così la campagna
non è più sicura per noi
Ed anche se torniamo in campagna, se continuiamo con lo stesso tipo di consumi non c'è soluzione
Che tu stia in città o in campagna noi siamo sconfitti, decisamente sconfitti.
Anche in questa situazione comunque in campagna abbiamo più possibilità di toccare la Natura,
toccare la Terra.
Ed è un po' più facile ascoltare sé stesso con la pratica del Toccare la Terra in campagna.
Ma anche la campagna sta perdendo sé stessa per sostenere le città.
La domanda n.4:
"Vi è un forte contributo proveniente dalle soluzioni ingegnerizzate ai nostri problemi ecologici,
ad esempio riflettendo i raggi del sole, aspirando le emissioni di carbonio o allevando la carne in laboratorio.
È questo l'approccio giusto che dovremmo assumere?"
Può essere utile, ma non è abbastanza.
Quello di cui abbiamo bisogno è la trasformazione delle nostre coscienze,
la nostra idea di felicità, il nostro stile di vita
E questo è collegato alla domanda n.5:
La maggior parte di noi occidentali è ancora legata a uno stile di vita con un alto consumo.
Non solo in occidente, nei paesi asiatici le persone stanno agendo in una modalità molto simile.
Ci piace comprare cose nuove ed eccitanti.
C'è uno stile di vita alternativo abbastanza pregnante là fuori che possa convincerci a lasciarci dietro questo stile di vita ad alto consumo che abbiamo?
Cerchiamo la felicità, ma c’è sofferenza dentro di noi.
C’è un grande vuoto dentro di noi per questo cerchiamo cose fuori di noi
per riempire il vuoto dentro di noi. Questa è la nostra situazione. Ci stiamo ammalando.
Non siamo in pace con noi stessi, abbiamo un grande vuoto dentro.
E non sapete come riempire questo vuoto.
Così andiamo in cerca di consumi e pensiamo che comprando nuovi eccitanti oggetti possiamo dimenticare il vuoto che abbiamo dentro.
Ma tutto questo non sembra avere un effetto. Compriamo sempre più cose ma non proviamo un vero beneficio.
Abbiamo bisogno di amore, di pace. Ma non sappiamo come creare amore e pace, cosi andiamo in cerca di altre cose per coprire questo genere di sofferenza, questo vuoto dentro di noi.
Naturalmente possiamo cercare uno stile di vita che ci può aiutare a creare amore e gioia, senza bisogno di andare al supermarket a comprare cose
e se non sapete come vivere in questo stile di vita, allora continuerete a comprare cose
Supponete di essere in grado di godere della meditazione camminata
con un po’ di allenamento sapete come riportare la vostra mente nel corpo
così la vostra mente e il vostro corpo sono insieme
quando il vostro corpo e la mente sono insieme tu sei veramente presente
e puoi riconoscere che la pioggia e gli alberi sono meravigliosi, l’aria in qualche modo è ancora fresca
e puoi godere del respirare e godere di tutte le bellezze della vita nel momento presente
infatti se portiamo la nostra mente al nostro corpo
e sappiamo come fermare i nostri pensieri
e quindi siamo nel momento presente, siamo consapevoli del nostro corpo e di quello che c’è attorno a noi
siamo nella condizione di toccare le bellezze della vita che sono disponibili nel qui ed ora
siamo in grado di vedere che il nostro corpo è meraviglioso
che ci sono molte cose meravigliose nel nostro corpo e anche nella nostra mente
e anche nell’ambiente attorno, infatti il momento presente è ricco di cose meravigliose
e poiché non siete in grado di toccare queste meraviglie
non sapete come apprezzare la vita
apprezzare quello che c’è, e correte per cercare qualcosa che pensate vi possa rendere felici
Supponete di imparare e praticare i 5 addestramenti alla consapevolezza
I 5 addestramenti alla consapevolezza è uno stile di vita
che è è nato da una visione, chiamata interessere
ogni cosa è connessa a ogni altra
La tua felicità e la felicità delle altre specie sono interconnesse
Se sei in salute, se sei felice le altre specie possono trarne beneficio e condividerlo con te
se sei malato, se soffri, le altre specie soffriranno con te
e questo insight dell’interessere può aiutarti che siamo interconnessi a tutto
per proteggere te stesso devi proteggere la Natura e ogni altra specie
Questo insight sull’interessere ti aiuta a rimuovere la discriminazione, la paura, rabbia
e ti fa sentire meglio in te stesso, il 1° addestramento alla consapevolezza ci insegna come imparare a proteggere la vita.
la tua vita e la vita delle altre specie.
La tua vita e quella delle altre specie sono interconnesse.
Quando provi a proteggere la vita delle altre specie, proteggi la tua propria vita
Per proteggere te stesso devi proteggere le altre specie, questo è l’insegnamento del 1° addestramento.
E quando inspiri consapevolmente senti che la Madre Terra è in te e te sei nella Madre Terra
E questo genere di insight ti aiuta a rimuovere la paura di morire
Sono felice di vedere che per proteggere te stesso devi proteggere la Madre Terra
proteggere la Madre Terra è proteggere te stesso.
Proteggere altre specie è proteggere se stessi, questo è molto chiaro. Questo è il 1° addestramento alla consapevolezza.
Se pensi di essere abbastanza intelligente come specie, probabilmente sei in grado di usare il tuo talento, le tue tecnologie, il tuo amore, le tue intuizioni per proteggere le altre specie
e anche se te fai parte di una delle specie più giovani della terra, puoi assumere il ruolo di un fratello anziano, una sorella anziana
e prenderti cura del benessere delle altre specie, questa è una cosa meravigliosa da fare.
E questo è quello che la Madre Terra si aspetta che tu faccia come specie homo sapiens sulla terra
Quindi proteggere la vita è una gioia
ed è un’azione, uno stile di vita che proviene dalla realizzazione dell’interessere, perché la vita è Una, non può essere divisa in più pezzi
E vivere in questo modo che ti aiuta a proteggere la vita può portarti molta gioia, perché questo è amare sé stessi, e quando hai l’amore in te stesso non hai bisogno di correre e comprare cose.
Perchè l’amore soddisfa completamente, l’amore ti fa sentire in pace e felice
e il terzo addestramento alla consapevolezza è sull’amore, il vero amore, sul coltivare il vero amore.
Il terzo addestramento.
Consapevole della sofferenza causata da una condotta sessuale scorretta, mi impegno a coltivare in me il senso di responsabilità e a imparare modi di proteggere la sicurezza e l’integrità di individui, coppie, famiglie e società. Sapendo che il desiderio sessuale non è amore e che l’attività sessuale motivata dalla brama è sempre dannosa per me stesso(a) e per gli altri,
sono determinato(a) a non intraprendere relazioni sessuali prive di vero amore e di un impegno profondo e duraturo di cui renderò partecipi la mia famiglia e gli amici. Farò tutto ciò che è in mio potere per proteggere i bambini dagli abusi sessuali e per prevenire la rottura di coppie e famiglie a seguito di un comportamento sessuale scorretto. Riconoscendo che corpo e mente sono una cosa sola, mi impegno a imparare modi appropriati di prendermi cura della mia energia sessuale e a coltivare la gentilezza amorevole, la compassione, la gioia e l’inclusività – i quattro elementi fondamentali del vero amore – per la maggiore felicità mia e degli altri. Sappiamo che se pratichiamo il vero amore la nostra esistenza avrà una meravigliosa continuazione nel futuro.
Quindi il terzo addestramento alla consapevolezza sul vero amore ci aiuta a imparare a generare l’energia dell’amare in modo gentile, la compassione, la gioia e l’inclusività.
Questa è l’arte di amare e se te sei così occupato, se te pensi solo a consumare, come puoi trovare il tempo per amare.
Dal terzo addestramento impariamo una cosa, il desiderio sessuale e l’amore sono due cose diverse
perché l’amore può essere solo costruito ….
ci aiuta a imparare come amare noi stessi, dobbiamo imparare a prenderci cura del nostro corpo, rilasciare le tensioni nel nostro corpo, ridurre le sofferenze nel nostro corpo,
e questi sono modi molto pratici per farlo, sapete come praticare il Toccare la Terra, con la Meditazione Camminata, sdraiandosi per terra,consentendo alla Natura di guarirvi, sapete come rilasciare le tensioni nel corpo, come ridurre la sofferenza nel corpo.
non far lavorare troppo il proprio corpo.
Noi possiamo fare tutte queste cose
Ma se noi siamo così occupati nel fare soldi per comprare cose, come possiamo trovare il tempo per fare tutto ciò?
Per tutti quelli di noi che sanno organizzare la propria vita in un modo tale da avere abbastanza tempo per amare, per prendersi cura di se stessi e degli altri attorno a noi
ogni volta che siete in contatto con la sofferenza e comprendete la sofferenza
in voi stessi e nelle altre persone
consentite all’energia della compassione di sorgere dentro di voi
infatti ogni volta che entriamo in contatto con la sofferenza in noi
siamo consapevoli che la sofferenza è li e ogni volta che guardiamo in profondità nella natura della sofferenza e vediamo le cause di questa sofferenza
la compassione sorge in noi come un genere di energia, sia che la sofferenza sia in noi o in un’altra persona
Quindi entrare in contatto con la sofferenza e consentire all’energia della compassione di sorgere è qualcosa che possiamo fare ammesso che non siamo così occupati nel fare soldi e comprare cose
e l’energia della compassione può guarire, ci può guarire, guarire le altre persone e guarire la Terra
Così imparare come generare una sensazione di gioia, di felicità toccando le meraviglie della vita, generare la compassione toccando la sofferenza, comprendendo le cause della sofferenza
sono tutte quelle cose che noi possiamo fare e fanno parte di quel genere di stile di vita che può guarire noi stessi e guarire la Terra.
Quindi il terzo addestramento alla consapevolezza è sul vero amore e questo è possibile se noi pratichiamo, se abbiamo il tempo per praticare inseme a un gruppo di persone, insieme a un sangha.
Il secondo addestramento alla consapevolezza è vera felicità perché se noi realizziamo che la felicità non può essere possibile solo facendo soldi e comprando cose
dovremmo conoscere come generare e creare la vera felicità
Secondo addestramento alla consapevolezza.
Consapevole della sofferenza causata dallo sfruttamento, dall’ingiustizia sociale, dal furto e dall’oppressione, mi impegno a praticare la generosità nel mio modo di pensare, di parlare e di agire. Sono determinato(a) a non rubare e a non appropriarmi di nulla che possa appartenere ad altri; condividerò tempo, energia e risorse materiali con chi è in stato di bisogno. Praticherò l’osservazione profonda per riconoscere che la felicità e la sofferenza degli altri non sono separate dalla mia stessa felicità e sofferenza; che è impossibile essere davvero felici senza comprensione e compassione e che rincorrere ricchezza, fama, potere e piaceri dei sensi può portare molta sofferenza e disperazione.
Sono consapevole che la felicità dipende dal mio atteggiamento mentale e non da condizioni esterne; so che per vivere felicemente nel momento presente mi basta ricordare di avere già condizioni più che sufficienti per essere felice. Mi impegno a praticare il Retto Sostentamento per contribuire a ridurre la sofferenza degli esseri viventi sulla Terra e a invertire il processo di riscaldamento globale del pianeta.
Questo dimostra che la vera felicità è possibile, basta rinunciare a rincorrere la fama, il potere, i piaceri dei sensi, riconoscere le meraviglie della vita che ci sono nel momento presente
Questo dovrebbe essere in grado di aiutarci e aiutare le altre persone a soffrire meno e questo è veramente qualcosa di concreto che possiamo fare che appartiene allo stile di vita che stiamo cercando
E il quarto addestramento alla consapevolezza è su come ricostruire la comunicazione, tra padre e figlio, padre e figlia, madre e figlio, madre e figlia, partner e partner, fratello e fratello, fratello e sorella e figlio.
Se noi non riusciamo a comunicare, soffriamo e molto spesso non siamo neanche in grado di comunicare con noi stessi. Non ti piaci, ti odi e non sai come ascoltarti.
Non sai come aiutarti. Quindi la pratica della parola amorevole e dell’ascolto profondo dovrebbe essere praticata anche direttamente con noi stessi. Dobbiamo imparare come ascoltare noi stessi.
Per ascoltare i profondi desideri che abbiamo in noi stessi. Per ascoltare la sofferenza che c’è in noi stessi. Per capire e quando abbiamo compreso la nostra sofferenza
le nostre profonde aspirazioni saremo in grado di comprendere e ascoltare anche le aspirazioni e le sofferenze delle altre persone e questo è qualcosa che possiamo fare
Questo è l’oggetto del quarto addestramento alla consapevolezza.
Siamo divisi in profondità come società. Stiamo provando a ucciderci uno con l’altro e le uccisioni ci sono ovunque e in qualsiasi ora del giorno e della notte.
C’è molta paura, rabbia, discriminazione, disperazione e questo succede perché non c’è abbastanza comunicazione tra i membri della nostra specie. Non stiamo solo uccidendo le altre specie stiamo uccidendo noi stessi come specie
Questo è il motivo perché lo sviluppo tecnologico da solo non è sufficiente
Dobbiamo imparare ad ascoltare, come parlare in modo amorevole.
Quarto addestramento alla consapevolezza.
Consapevole della sofferenza causata dal parlare senza attenzione e dall’incapacità di ascoltare gli altri, mi impegno a coltivare la parola amorevole e l’ascolto compassionevole allo scopo di alleviare la sofferenza e promuovere la riconciliazione e la pace in me stesso(a) e fra gli altri – persone, gruppi etnici e religiosi e nazioni. Sapendo che le parole possono essere fonte di felicità o sofferenza, mi impegno a parlare in modo veritiero, usando parole che ispirino fiducia, gioia e speranza. Quando in me si manifesta la rabbia, sono determinato(a) a non parlare. Praticherò la respirazione consapevole e la meditazione camminata per riconoscere la mia rabbia e osservarla in profondità.
So che le radici della rabbia possono essere trovate nelle mie percezioni erronee e nella mancata comprensione della sofferenza in me stesso(a) e nell’altra persona. Parlerò e ascolterò in un modo che possa aiutare me stesso(a) e l’altra persona a trasformare la sofferenza e a trovare una via d’uscita dalle situazioni difficili. Sono determinato(a) a non diffondere notizie di cui non sono sicuro(a) e a non pronunciare parole che possano causare divisione o discordia. Praticherò la Retta Diligenza per alimentare la mia capacità di comprensione, amore, gioia e inclusività, e trasformare gradualmente la rabbia, la violenza e la paura che giacciono nel profondo della mia coscienza.
E sappiamo che 5 giorni, 6 giorni di addestramento in un ritiro possono aiutarci a comprendere la sofferenza dentro di noi e nelle altre persone e aiutarci ad ascoltare la sofferenza dentro di noi e la sofferenza nelle altre persone
E quando l’energia della compassione nasce dentro di noi, saremo in grado di ascoltare con compassione e usare la parola amorevole e recuperare la comunicazione
e ognuno di noi è in grado di farlo, solo 4 o 5 giorni di addestramento posso essere sufficienti e succede sempre nei nostri ritiri
Quindi questo è parte dello stile di vita che stiamo cercando, è li, questo è un nobile stile di vita, e non c’è bisogno di essere buddhisti per adottare questo genere di stile di vita.
il 5° addestramento alla consapevolezza è relativo al nutrimento e guarigione e tutti noi abbiamo bisogno di nutrimento e guarigione
molti di noi sono malati, non sanno come tornare alla natura e guarire, non sanno come generare l’energia della compassione e gioia per guarire sé stessi
confidiamo solo su medicine, antibiotici, chirurgia,
5° addestramento alla consapevolezza.
Consapevole della sofferenza causata da un consumo disattento mi impegno a coltivare una buona salute sia fisica che mentale per me stesso(a), la mia famiglia e la società, praticando la consapevolezza nel mangiare, nel bere e nei consumi in genere. Praticherò l’osservazione profonda del mio modo di assumere i Quattro Tipi di Nutrimento, ossia cibo commestibile, impressioni dei sensi, volizione e coscienza. Sono determinato(a) a non giocare d’azzardo, a non assumere alcolici, droghe o altre sostanze o stimoli che contengano tossine, come certi siti internet, videogiochi, programmi televisivi, film, riviste, libri e conversazioni.
Coltiverò la pratica di tornare al momento presente per stare in contatto con gli elementi rasserenanti, risananti e nutrienti che si trovano in me stesso(a) e intorno a me, senza lasciare che rimpianti o dispiaceri mi trascinino di nuovo nel passato né che ansie, paure o avidità mi distolgano dal momento presente.
Sono determinato(a) a non cercare di coprire la solitudine, l’ansia o altra sofferenza con acquisti e consumi compulsivi. Alla luce della contemplazione dell’interessere, orienterò le mie scelte di consumatore in modo da proteggere la pace, la gioia e il benessere nel mio corpo e nella mia coscienza, come nel corpo e nella coscienza collettivi della mia famiglia, della società e della Terra.
Il consumo consapevole è il modo per uscirne
Il consumo consapevole è il modo per uscirne
Proviamo a rispondere alla 5^ domanda
La maggior parte di noi occidentali è ancora legata a uno stile di vita con un alto consumo. Ci piace comprare cose nuove ed eccitanti. C'è uno stile di vita alternativo abbastanza pregnante là fuori che possa convincerci a lasciare questo stile di vita ad alto consumo che abbiamo?
E la sesta domanda è analoga
Abbiamo trovato una nuova visione, una che possa aiutarci a imparare a vivere in modo più sostenibile prima che sia troppo tardi?
la settima domanda
Qual è la parte che presenta più difficoltà nell’ambito dello stile di vita che hai scelto e come fai ad ispirare i giovani a seguirlo?
non penso di essermi privato di niente nella mia vita scegliendo di essere monaco
ho sempre gioito della vita da monaco
quando seguiamo una dieta vegetariana siamo molto felici perché noi possiamo fare così
tu non soffri quando segui una dieta vegetariana, non soffri perché non mangi carne
e non bevi alcool infatti siamo molto felici è una fortuna essere in grado di essere vegetariani perché non abbiamo bisogno di nutrirci di altre specie per vivere
e possiamo proteggere la vita quando mangiamo
dobbiamo imparare a nutrirci in un modo tale da preservare il nostro pianeta
e ridurre la sofferenza degli esseri viventi
e questo è il motivo per cui essere vegetariani è una grande gioia
specialmente quando sai anche come cucinare vegetariano
e questo anche come praticanti laici, poiché come monaci noi viviamo in una comunità
e stiamo con la comunità nella meditazione seduta, meditazione camminata, mangiare negli stessi orari, … è così facile
e voi sapete che il 3^ addestramento alla consapevolezza riguardo alla corretto atteggiamento sessuale, è così facile per un monaco praticarlo
rispetto a un laico
è molto facile essere un monaco, credetemi
non ci priviamo di niente, infatti abbiamo molta gioia nel vivere insieme
abbiamo molto tempo per coltivare la fratellanza e la sorellanza
… l’amore romantico non dura così a lungo come la nostra fratellanza e sorellanza
e il nostro suggerimento è che non possiamo continuare a vivere nelle città
ma dovremmo provare a creare comunità nelle campagne come Plum Village
potete costruire una comunità laica, non è necessario essere una comunità buddista, ma semplicemente una comunità
ci si può organizzare come i kibbutz
e condividere le nostre macchine, i nostri trattori … i nostri figli
la presenza di bambini nella comunità è meravigliosa
e non c’è bisogno di essere babbo e mamma per godere la presenza dei bambini e ragazzi
sono diventato monaco all’età di 16 anni e non penso di aver sofferto di non aver avuto figli perché ho avuto così tanti figli spirituali, monastici e laici
e ho gioito così tanto nel sedere con loro, camminare con loro,
nei nostri ritiri i ragazzi sono contenti nello stringermi la mano, fare meditazione camminata
così non mi sento di essere stato privato di figli
così in una comunità, anche se non hai figli puoi stare con i figli delle altre coppie come se fossero i tuoi figli
potete aprire la vostra scuola, dove potete insegnare i 5 addestramenti alla consapevolezza
l’arte di essere felici, come respirare, come rilassarsi
come essere fratelli e sorelle già da piccoli
potete costruire una comunità tipo Plum Village e essere 100 persone che vivono insieme
condividere appartamenti, case, auto, non c’è bisogno di avere troppe macchine
possiamo ridurre il numero delle macchine di 2/3
vivendo nelle città ogni casa deve avere un’auto
ogni persona deve avere un’auto per andare a studiare, a lavorare, è troppo
ma vivere in una comunità con 200/300 persone potete avere molte meno macchine
potete avere macchine condivise, condividere il frigorifero
potete condividere il trattore, potete lavorare la terra insieme,
potete costruire una scuola, un parco e gioire con i figli delle altre coppie
come nel mio caso, posso affermare di non essermi privato di niente nella mia vita
la cosa più difficile forse è come dire di no a chi chiede di organizzare ritiri
questa è la cosa più difficile che dobbiamo affrontare in plum village
da tutte le parti ci chiamano per organizzare ritiri, ma noi non possiamo sempre dire di si
il nostro cuore ha sofferto quando abbiamo dovuto dire no alla Malesia, Indonesia, Singapore, gli altri ritiri asiatici per poter preservare noi stessi e poter continuare queste attività per molto tempo
dobbiamo imparare a di dire no, lo stesso abbiamo fatto anche per il Nord America, Sud America, Europa e altri paesi
stiamo già facendo tanti ritiri e ci stiamo impegnando per prepararne per tanti altri
e questo è il motivo per cui penso che la cosa più difficile è dire no
perché la necessità di avere un ritiro è ovunque, è sentita chiaramente ovunque
e come possiamo attrarre i giovani noi non tentiamo di attrarre i giovani vengono da soli, perché quando vengono ai nostri ritiri
al Prajna Temple in Vietnam vedono la nostra fratellanza e sorellanza, e questo è quello di cui abbiamo più bisogno nella nostra vita
molti giovani hanno avuto esperienze di amore romantico e hanno sofferto e quando vengono al Prajna Temple in Vietnam vedono puro amore
possiamo essere noi stessi e essere nutriti da quel genere di energia come la sorellanza e la fratellanza
per questo costruire comunità e costruire fratellanza e sorellanza è un modo per nutrirci ed molto importante
potete dedicare la vostra vita a fare questo, così invece di andare in grandi città
e respirare un’aria così inquinata
potete organizzare, possiamo organizzare, molte piccole comunità nelle campagne
e vivere uno stile di vita che protegge la madre terra
proteggere l’ambiente, possiamo lavorare, possiamo lavorare la terra, fare l’orto, e potete fare tutto assieme come in plum village
e potete utilizzare i vostri talenti per contribuire alla comunità
costruire fratellanza e sorellanza, uno stile di vita alternativo,
penso che i 5 addestramenti alla consapevolezza potrebbero essere i valori che rappresentano questo stile di vita
così se i giovani vengono da noi non perché …
vengono non solo per un discorso di Dharma o qualcos’altro, è per la gioia e la felicità generate dalla sorellanza e fratellanza e la nostra pratica, la nostra pratica giornaliera
bisogna fare così, generare l’energia dell’amore della sorellanza e della fratellanza
ci dovrebbe essere un partito politico in Francia
che sembra essere in grado di generare fratellanza libertà, uguaglianza, fratellanza,
ma si parla solo di fratellanza non come generarla
se c’è un partito politico che ha il potere di generare la fratellanza allora ci uniremo a quel partito politico
molte persone stanno già parlando di questo
costruire piccole comunità come queste veramente genererà l’energia della fratellanza e sorellanza
molti giovani sono in grado di vedere questo e molti di loro dedicano la loro vita a costruire un sangha per generare quell’energia che non puoi comprare al super maket
Possiamo impegnarci per trovare soddisfazione sia finanziaria che spirituale, o si escludono a vicenda?
Significa puoi essere contemporaneamente ricco e spirituale?
c’è bisogno di essere ricchi? C’è bisogno di fare soldi? anche in Plum Village abbiamo bisogno di soldi, ma non per comprare cose e per consumare, abbiamo bisogno di soldi
per organizzare un ritiro, per affittare un autobus, per costruire un quartiere per il sangha, una sala di meditazione,
quando andiamo in una città abbiamo bisogno di soldi per comprare i biglietti per il viaggio degli insegnanti e i fratelli e le sorelle monastici
perché sappiamo che per trasformare e guarire in un ritiro c’è bisogno della presenza di un buon numero di insegnanti di dharma e di praticanti monastici
la prima volta che siamo andati in Nord America per un ritiro con 30 monaci, fu possibile
per l’aiuto di un uomo di affari, non pensava fossero necessari 30 monaci per fare un ritiro in Nord America
ma fece una donazione così che potemmo comprare trenta biglietti di areo per trenta monastici
in realtà poteva organizzare il ritiro anche da solo ma il risultato del ritiro non sarebbe comparabile a quello ottenuto con trenta monastici
così dopo quella donazione ci potemmo avvantaggiare dell’avere trenta monastici al ritiro
e così dopo quell’occasione anche nei ritiri successivi potemmo portare nei ritiri ancora 30 monaci o anche di più
ma non cerchiamo il supporto economico per comprare cose nuove ed eccitanti
cerchiamo supporto per avere più posti ai ritiri per i praticanti
per avere più monastici ai ritiri, per costruire sale di meditazione, quartieri monastici,
siamo quindi grati a quegli amici che ci supportano economicamente ma molto è chiaro che la pratica spirituale può portare molti frutti e molta gioia e amore
e realizzazione e non c’è bisogno di molti soldi per essere felici, così i soldi non sono un particolare problema
più c’è sostegno economico e più persone possono beneficiare della pratica se invece non abbiamo grandi risorse economiche l’incremento di chi può beneficiare della pratica è minore
ma non dobbiamo sacrificare la nostra pratica e la nostra vita spirituale per ricercare una realizzazione economica
sono felice perché è rimasta solo una domanda
La maggior parte degli ambientalisti restringe i problemi che affrontiamo a due questioni: il consumo eccessivo e la sovrappopolazione. Dove ti collochi?
Dove ci collochiamo? Naturalmente ritengo che dobbiamo ridurre i consumi
ed è necessario consumare in un modo tale da ridurre la sofferenza delle specie viventi sul pianeta
questo è molto chiaro
ma è anche necessario ridurre la popolazione
ed essere un monaco o una monaca è un modo per ridurre la sovrappopolazione
così vi invito ad unirsi a noi come monachi e monache
e se poi potete creare piccole comunità
e costruite scuole, potete prendervi cura dei figli di altre coppie, non vi mancherà non avere figli propri
così sulla base della mia esperienza come monaco non ho dovuto rimpiangere niente nella vita
sono stato molto felice, non mi sono mancati i figli, perchè ho sentito di avere molti figli che mi hanno dato tanta gioia e energia e freschezza
penso che dobbiamo agire su due livelli
dobbiamo ridurre i consumi e ridurre la popolazione, questo è possibile
e non dobbiamo essere troppo orgogliosi di noi stessi di niente nella nostra vita, incluso la presenza di figli
è andata abbastanza bene? Grazie.
Godetevi il resto della vostra giornata di consapevolezza insieme come comunità. Grazie.

Leave A Comment

Your email address will not be published
*